Concetti di ecosostenibilità di una Cantina

 

Fertirrigazione

Si tratta di un sistema innovativo per fertilizzare il vigneto distribuendo i concimi attraverso l'acqua di irrigazione (preferibilmente con tecnica goccia a goccia o subirrigazione); aumentando l'efficacia del trattamento, la fertirrigazione permette di risparmiare notevoli quantità di prodotti fertilizzanti, con vantaggi economici e per l'ambiente. Un ulteriore risparmio si ottiene eseguendo il lavaggio degli impianti enologici utilizzando ridotte - o addirittura nulle - quantità di prodotti chimici (detersivi, farina fossile ecc.) e quindi recuperando e riutilizzando, nel rispetto dei parametri di legge, le acque reflue di lavaggio.

 

Rilevazione dei dati in vigneto

Per pianificare utilmente gli interventi sul vigneto, anche in relazione alla tipologia del trattamento da eseguire, è indispensabile conoscere in tempo reale i dati di temperatura e umidità in campagna. La centralina FAR SYSTEM rileva e trasmette continuativamente via GSM i dati necessari al sistema centrale di gestione e controllo Archimede di Albrigi Tecnologie, che procede all'archiviazione e all'invio di informazioni all'operatore. 

 

Lotta integrata e coltivazioni biologiche

E' la nuova filosofia ecologica volta a ridurre e, ove possibile, eliminare l'uso di prodotti fitosanitari dannosi per l'ambiente, promuovendo un'azione di contrasto ecosostenibile; l'efficacia della lotta integrata è subordinata all'estensione del territorio in cui viene applicata e recentemente, per quanto risulta, ha trovato notevole consenso e sviluppo in varie regioni.

 

Energia eolica

Le nuove mini o micropale eoliche, di piccole dimensioni e ridotto impatto visivo, permettono di produrre energia elettrica con efficienza superiore rispetto alle pale tradizionali, essendo in grado di sfruttare anche l'energia derivante dai fenomeni di turbolenza.

 

Automezzi ecologici

Gli automezzi di lavoro con motori Euro 5 o alimentati con energia elettrica a batterie, che limitano l'apporto di inquinamento all'ambiente e quindi anche al vigneto da trattare, risultano già ampiamente utilizzati all'estero.

 

ALBRIGI SISTEMA ARCHIMEDE

Il Sistema Archimede Albrigi Tecnologie, espandibile e personalizzabile, permette di gestire e controllare, anche da remoto, ogni processo e/o attrezzatura dell'azienda: dalle attività in campagna (mappatura dei vigneti, gestione trattamenti ecc.), agli impianti enologici in cantina (condizionamento dei serbatoi, programmazione dei fermentatori, gestione dei lavaggi ecc.), agli ambienti di lavorazione e stoccaggio (controllo di temperature e umidità della bottaia, di ventilazione nel fruttaio ecc.), alle tecnologie per il risparmio energetico (geotermia e pompe di calore, illuminazione, pannelli solari e fotovoltaici ecc.), ottimizzando le funzionalità

degli impianti e aumentando la qualità del prodotto.

 

Specchi concentratori

La tecnologia degli specchi concentratori (che permette di raggiungere temperature di parecchie centinaia di gradi concentrando i raggi solari su un tubo posto sulla linea focale degli specchi) è particolarmente indicata all'ambiente della cantina poiché fornisce acqua calda e vapore con impianti di dimensioni assai più contenute rispetto ai pannelli solari tradizionali e quindi anche ridotto impatto visivo.

 

Pannelli fotovoltaici di 3^ generazione.

Per quanto risulta sono allo studio nuovi pannelli fotovoltaici con resa notevolmente superiore rispetto a quelli tradizionali (fino al 40%) e costo di produzione molto inferiore; a parità di energia prodotta, la superficie di pannelli da installare risulta notevolmente ridotta, con conseguenti vantaggi economici, di gestione e di impatto visivo.

 

Pannelli solari ad acqua

Oltre alla ormai ben nota produzione di acqua calda, i pannelli solari abbinati a nuove tecnologie si prestano anche alla produzione di acqua fredda. La ditta Kloben produce scambiatori di calore specifici che trasformano l'energia termica in frigorie, indispensabili nelle cantine per tutti i processi di condizionamento sia dei serbatoi di fermentazione che degli ambienti abitativi e di stoccaggio.

Pompa di calore

Si tratta di una tecnologia già notevolmente sviluppata, che consente di recuperare le frigorie-calorie del suolo e/o delle acque profonde mediante sonde geotermiche e scambiatori di calore ad aria o ad acqua. L'energia elettrica utilizzata dalla pompa di calore può essere prodotta con pannelli fotovoltaici, riducendo i consumi e l'inquinamento. Trattandosi inoltre di apparecchiature molto silenziose, si contiene anche l'inquinamento acustico.

 

Bruciatori di biomasse

E' ormai consolidata l'utilità del bruciatore di biomasse per la produzione di acqua calda per i lavaggi, per il riscaldamento degli ambienti, per il condizionamento dei fermentatori (rifermentazioni, fermentazioni malolattiche) e di vapore, necessario per sterilizzare gli impianti di filtrazione, i serbatoi, le tubazioni, le pompe e gli impianti di imbottigliamento.

 

Architettura ecosotenibile

L'obiettivo è la salvaguardia dell'ecosistema, eliminando o per quanto possibile limitando l'impatto dell'attività produttiva sull'ambiente. La progettazione si rivolge alla realizzazione di manufatti energeticamente autosufficienti e a basse emissioni, in grado di sfruttare le energie rinnovabili e le risorse naturali.

 

Fruttaio

Nel fruttaio, ove si concentrano grandi quantità di uve per l'appassimento, è spesso necessario integrare la ventilazione naturale con sistemi di aerazione e deumidificazione controllati, gestiti da una centralina automatica che rileva e stabilisce i parametri per il corretto appassimento, comandando anche l'apertura e la chiusura delle finestre.

 

Bottaia

Le bottaie tradizionali, con pavimenti in battuto di terra e pareti traspiranti, sono costruite per mantenere naturalmente i livelli ideali di umidità e temperatura. Dovendo oggi rispettare i requisiti sanitari imposti dalle vigenti normative - che impongono pavimenti e rivestimenti lavabili e non traspiranti - le bottaie moderne necessitano di speciali apparecchi di rilevazione delle condizioni ambientali, che gestiscano specifici impianti di condizionamento e mantengano i corretti valori di temperatura e umidità per il riposo in botte.

 

ALBRIGI SERBATOI HIGHT CLEAN

I serbatoi Albrigi Tecnologie, grazie ad uno speciale trattamento dell'acciaio che rende la superficie interna completamente priva di microasperità, possono essere sanitizzati con soli acqua calda o vapore, senza l'utilizzo di prodotti chimici, limitando l'inquinamento ambientale, permettendo di riutilizzare i reflui di lavaggio e di recuperare ad esempio acido tartarico pulito per un successivo ciclo fermentativo.

 

Lavaggio delle uve prima della pigiatura

Il lavaggio-asciugatura dell'uva prima della pigiatura permette di non trattenere impurità e residui che diversamente confluiscono nel mosto. 

 

Sistemi integrati di condizionamento con aria filtrata

Gli ambienti ove si svolgono determinate lavorazioni di prodotti alimentari necessitano di un impianto di riscaldamento/raffrescamento con aria filtrata sterile. Utilizzando le energie rinnovabili si realizzano inoltre impianti di riscaldamento che utilizzando pavimenti, soffitti e pareti quali scambiatori di calore.

 

Chilometri zero

Contenere gli spostamenti dei mezzi di trasporto privilegiando ove possibile forniture e attività nei pressi dell'azienda unisce ad evidenti vantaggi gestionali e logistici una notevole riduzione delle emissioni di inquinanti nell'ambiente.

 

Illuminazione e risparmio energetico

La tecnologia di illuminazione a led ben si presta alle esigenze della cantina, poiché fornisce lampade con efficienza e durabilità superiori alle lampade tradizionali, oltre alla possibilità di variare intensità e colore della luce. Si tratta di lampade fredde, quindi ideali per ambienti come le bottaie in cui è utile limitare le fonti di calore.

 

Raccolta differenziata

Operando una sistematica separazione dei rifiuti e dei prodotti delle lavorazioni si possono recuperare i prodotti che è lecito destinare al riutilizzo, risparmiando anche sui costi di smaltimento rifiuti presso le società autorizzate.

 

Recupero di tralci e raspi

I tralci di potatura e i raspi possono essere riutilizzati per la produzione di calore, previa cippatura o riduzione in pelletts e stoccaggio in silos e/o depositi di alimentazione automatica dei bruciatori a biomasse.

 

Recupero prodotti della vinificazione

Eseguendo il lavaggio delle vasche con sola acqua calda, senza prodotti chimici, è possibile recuperare sottoprodotti della vinificazione puliti (raspi, acido tartarico, vinaccioli), per ricavarne sostanze attive riutilizzabili in un nuovo ciclo di fermentazione o nella riequilibratura dei vini. Questo è oggetto di uno studio approfondito presso l'università di Verona, a cura del prof. Ferrarini.

 

Raccolta e filtrazione CO2 e aromi naturali della fermentazione

Raccogliendo le sostanze volatili prodotte nella fermentazione e sottoponendole a opportuni trattamenti è possibile abbattere le emissioni inquinanti di CO2 (fissandola su supporti specifici sotto forma di carbonato) e recuperare per il riutilizzo alcol e aromi naturali della fermentazione.

 

Fitodepurazione e depurazione con bioreattori a membrana delle acque reflue

La fitodepurazione e la depurazione con bireattori a membrana permettono di recuperare le acque reflue delle lavorazioni per destinarle, nel rispetto dei parametri di legge, ad uso irriguo, fertirriguo o per veicolare prodotti fitosanitari.

I marchi, loghi e quant'altro sono di proprietà esclusiva dei nostri collaboratori, utilizzati  solo al fine  commerciale sotto richiesta scritta da parte di Accessories for Vineyards.